03
Mar-2014

Di rifugio in rifugio nei boschi del Primiero – Tour 261

Tracciati   /  
tour 261-1

Dati tecnici

Livello Medio (ultimo tratto impegnativo) Partenza e Arrivo Sede APT Fiera di Primiero
Parcheggio Libero nelle immediate adiacenze Dislivello e Km. 1220 mt. e 39 km.
Quota massima 1365 mt Quota minima 582 mt
Salita più lunga 12 km Durata 5 ore
Terreno Asfalto 40% Sterrato 45% Sentiero 15%

Descrizione

Classica escursione che permette di visitare la parte meridionale della Valle di Primiero a confine con il Veneto e la Prov. di Belluno. Molto particolari e suggestivi i paesaggi attraversati, a partire dalla Valle dello Schener che si percorre fino a Pontet, la strada sterrata che conduce all’Alpe Vederna, teatro peraltro della gara di Up-Hill “Vederna Bike”, la catena delle Vette Feltrine con il M.te Pavione, i Rifugi, le praterie, le foreste della Val Noana e nella parte finale il ritorno a Fiera di Primiero dopo aver affrontato la salita della Val de Riva, un gioiello della natura dove l’acqua cristallina e la vista sulle Dolomiti compenserà ogni fatica.

Indicazioni

Partenza fronte Uffici APT di Fiera di P. in direzione ciclabile, superando la passerella sul T. Cismon,(wpt 2-3) a dx per 300 mt, quindi ciclabile fino ad Imer (wpt 6). Alla rotatoria girare a sx e subito dopo il ponte a dx (wpt 7-8). Proseguire su sterrata, mantenendo sempre la dx. e procedere da prima su sterrata e poi su sentiero fino ad incrociare la SS 50 (wpt 10). Da qui a sx. fino alla loc. Pontet (attenzione gallerie). Prima del viadotto (wpt 11) girare a sx e proseguire su sterrata fino al rif. Vederne (10,20 km, wpt 12.

In corrispondenza del km. 17.300, possibilità di rifornimento d’acqua loc. Val Cesila). Al bivio,proseguire dritti in discesa per circa 200 mt, poi tenersi a dx. (possibile rientro per Imer wpt 13) e da qui mantenere la sterrata principale per circa 8 km, prima in salita, poi discesa, salvo un tratto centrale di circa 500 mt. ancora in salita.

All’altezza dell’impluvio denominato Val Carbonere (wpt 15), possibile rientro Mezzano), porre attenzione ad un sentiero che si diparte a dx. e in salita porta alla casina f.le della Val Piana (fontana di acqua).

Proseguire ancora dritti, direzione Val Piana-Rif. Fonteghi prima per strada sterrata, quindi in prossimità dei fabbricati di Valpiana di sopra (wpt 17) dritti fronte prato e imboccare un sentiero direzione rif. Fonteghi (Discesa tecnica). Qui si può rientrare a valle per la strada principale della Val Noana, oppure proseguire girando a sx superando il ponte, al bivio ancora a sx. per circa 100 mt, poi a dx imboccando il sentiero (wpt 20) che scende verso il lago della Val Noana.

Parte finale da fare a piedi, si attraversa la comoda passerella sul T. Noana, poi in salita per ripida mulattiera fino a scollinare in loc. Iner (wpt 21). In discesa per circa 200 mt. poi a dx imboccando una stradina (loc. Fedai wpt 23 ) che si percorre per circa 800 mt., al bivio (wpt 24), scendere verso sx. e mantenere la strada principale superando il bivio (wpt 25 – Cantarei) e raggiungendo l’abitato di Transacqua. Poi in breve si ritorna al punto di partenza.

7

 "Mi piace" / 0 Commenti
Condividi questo articolo: